Mercoledì, 19 Settembre 2018 12:18

Al via la stagione teatrale al Cestello di Firenze

Lo spettacolo "Attrazioni cosmiche" di Marco Cavallaro Lo spettacolo "Attrazioni cosmiche" di Marco Cavallaro

di Raffaele Totaro

Firenze - In San Frediano a Firenze si è tenuta la presentazione della nuova stagione teatrale del teatro Cestello.

Ricco di nuove produzioni e di graditi ritorni, la stagione si presenta scoppiettante aprendosi anche a produzioni di musical e ponendo attenzione, come sempre, al panorama locale.

Si comincia il 3 ottobre con Francesca Nunzi con “Stravolta dal mio solito destino”, il 17 ottobre un gradito ritorno “Firenze 1865-1915” per la regia di Marcello Ancillotti, a novembre “Attrazioni cosmiche” di Marco Cavallaro e Donatella Alamprese con “Buenos Aires..el tango de Astor Piazzolla”, il 22 novembre torna “Un tranquillo week end di follia” e a dicembre il “Cyrano” di Marco Predieri.

Dicembre prosegue con “Balocchi e Carbone” per poi arrivare al 20 dicembre con “Canto di Natale” di Dickens e chiudere l’anno solare con “Giamburrasca”, entrambi prodotti dal Cenacolo dei Giovani.

Il nuovo anno comincia con “Io non posso entrare” di Paola Tiziana Cruciani e prosegue con “Nunsense le amiche di Maria” per poi proseguire con il musical con “Cinicittà” e le produzioni “Una settimana non di più” con Milena Miconi e “Disincantate”.

A marzo “Fan-go” e Rita Forte con “Il Gufo e la Gattina”; sempre a marzo i graditi ritorni di Rosario Campisi con “Ubu Roi” e Marco Morandi con “Taxi a due Piazze”. Ad aprile Marcello Ancillotti dirigerà, per la prima volta in assoluto in trasposizione teatrale, “Speriamo che sia Femmina” tratto dal film di Mario Monicelli; chiudono la stagione “L’ascensore” e “Le smanie per la Villeggiatura” di Goldoni.

Un programma ricco quindi, variegato e per ogni tipo di pubblco. Il programma completo si trova sul sito del teatro Cestello.

Articoli correlati (da tag)