Venerdì, 09 Novembre 2018 16:46

Al Funaro arriva “Esilio”, racconto poetico sull'uomo contemporaneo

Una scena dello spettacolo (foto di Pino Montisci) Una scena dello spettacolo (foto di Pino Montisci)

Pistoia - Giunge anche al Funaro, sabato 17 novembre, alle ore 21.00, uno spettacolo che ha raccolto grande successo ovunque sia stato presentato.

Va infatti in scena “Esilio”, della Piccola Compagnia Dammacco, di e con Mariano Dammacco e con Serena Balivo, vincitrice del Premio Ubu 2017 come “Nuova attrice o performer”, con la cura dell’allestimento scenico di Stella Monesi. Nata nel 2016 la creazione ha avuto numerosi riconoscimenti: Last seen 2016, Miglior spettacolo dell’anno su Krapp’s Last Post, Primo Premio Museo Cervi – Teatro per la Memoria 2017, è stato finalista al Premio Rete Critica 2016, al Premio CassinoOFF 2017, alla selezione In box 2017.

“Esilio” racconta con inusuale poesia la storia di un uomo che come tanti, oggi, ha perso il suo lavoro. Un personaggio irresistibile, intepretato da una straordinaria Serena Balivo en travesti, dai tratti chapliniani, capace di suscitare interrogativi profondi, di scuotere le coscienze e l’emotività di chi guarda con una delicatezza inusuale. Quest’uomo insieme al suo lavoro, gradualmente perde il proprio ruolo nella società fino a smarrire la propria identità, fino a sentirsi abbandonato nella sua stessa città. L’uomo si domanda perchè, cosa non vada il lui, prova a trovare una soluzione nelle religioni e nei vari prontuari di sopravvivenza del tempo presente e gli spettatori partecipano al suo goffo e grottesco tentativo di venire a capo della situazione.

Lo spettacolo, con drammaturgia originale di Mariano Dammacco, è centrato sul lavoro d’attore e offre una riflessione sui nostri giorni attraverso una dimensione che non fa della tristezza un tabù, che ha la forza di rivelarla ma allo stesso tempo, sa lasciare spazio al sorriso, accoglie e non mortifica. Il surreale è un altro dei piani su cui si muove questo racconto per offrire, nella trasfigurazione, la possibilità di individuare le contraddizioni che viviamo e domandarsi se non esistano altre strade, più umane, da percorrere.

“Esilio” è il secondo passo della “Trilogia della Fine del Mondo”, ideata nel 2010 da Mariano Dammacco, un progetto che racconta la contemporanietà con drammaturgie originali. Il primo titolo è “L’inferno e la fanciulla” (del 2014) e ha chiuso il ciclo “La Buona educazione”, che ha debuttato nel giugno scorso al Festival delle Colline Torinesi. “Esilio” è anche un libro, pubblicato da L’arboreto Edizioni: comprende la drammaturgia integrale dello spettacolo, le illustrazioni originali di Stella Monesi e un apparato critico in forma di conversazione tra Mariano Dammacco, Serena Balivo, Gerardo Guccini, docente di Drammaturgia presso l'Università di Bologna e attento osservatore delle interazioni fra testo e spettacolo sia nelle esperienze storiche che in quelle contemporanee.

La Piccola Compagnia Dammacco sarà anche in residenza artistica al Funaro dal 24 febbraio al 5 marzo, per il progetto “Finestre: esercizi di ricerca e composizione teatrale”. Sono previsti quattro momenti di lavoro aperti ad aspiranti attori e attori (che abbbiano compiuto 18 anni), in quattro diversi luoghi in Italia, fra Toscana, Marche e Emilia Romagna, nei primi sei mesi del 2019: si parte dal Funaro, a Pistoia e si prosegue a Montecosaro, presso l’Associazione Franco, a Mondaino presso L’Arboreto Teatro Dimora, a Rubiera presso La Corte Ospitale.La Compagnia intende realizzare un percorso di condivisione delle proprie pratiche di lavoro attraverso laboratori intesi come possibilità di studio e di incontro.

Le persone interessate a partecipare potranno contattare la Compagnia e inviare alla mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. un proprio curriculum vitae, fotografie personali e/o di scena, una lettera di motivazione, segnalando a quale delle quattro tappe si preferirebbe prendere parte. Se selezionati si potrà prendere parte al laboratorio a titolo gratuito.

 

 

Articoli correlati (da tag)