Speciali Reportcult: Pistoia Blues


 
 

Mercoledì, 26 Febbraio 2020 15:08

Il gatto nella storia e nella letteratura raccontato da Umberto Orsini

Umberto Orsini Umberto Orsini

Monsummano Terme - Umberto Orsini torna in Toscana e arriva sul palcoscenico del Teatro Montand di Monsummano Terme sabato 29 febbraio (ore 21).

Per il penultimo appuntamento della stagione teatrale, Orsini è protagonista di “a proposito di gatti”, testo scritto a quattro mani con Paolo Di Paolo, scrittore molto noto, già finalista ai Premi Campiello e Strega.

Un insieme raffinato di aneddoti, aforismi, poesie e racconti, egregiamente proposti al pubblico da un grandissimo artista come Orsini e che vuole essere un atto d'amore per il gatto, uno degli animali insieme più familiari e misteriosi. Presente fin dall’antichità nell’immaginario umano, fra mito e spiritualità, il gatto è sempre stato al centro dell’immaginazione degli scrittori. Si presta alle storie come un protagonista silenzioso e sfuggente, o come una comparsa illuminante e ambigua, un compagno di viaggio astuto e perfino ironico.

“Un bel gatto: forte, dolce e vezzoso, passeggia nel mio cervello, come a casa sua”: così inizia una celebre poesia di Charles Baudelaire dedicata al felino più amato dalla letteratura. Dal Sonetto per i miei gatti di Torquato Tasso a T.S. Eliot l’intera storia della letteratura è segnata da zampe feline che percorrono ogni pista. Quella del giallo o del “gotico”, come in Edgar Allan Poe: gatti neri che corrono via lasciando scie di mistero. Quella dell’amicizia fra essere umano e “gatti molto speciali”, magari capaci di inventarsi una loro città, come accade in un racconto visionario di Murakami. Da Maupassant a Kipling, da Keats a Christina Rossetti, fino alla nostra Elsa Morante, un viaggio sorprendente fra gatti, gattini, gattacci e gattari. Scandisce il ritmo una colonna sonora tratta dall’indimenticabile Cats, firmata dall’autore premio Oscar Andrew Lloyd Webber.

La stagione teatrale è realizzata grazie anche al sostegno di Unicoop Firenze, partner sostenitore di tutte le attività dell’Associazione Teatrale Pistoiese e con il contributo di due aziende del territorio, da anni a fianco del teatro, Polli e Arredamenti Goti.

In occasione dello spettacolo sarà presente anche un punto informativo con le volontarie del Rifugio del Cane di Pistoia / La collina dei gatti, ENPA, Associazione La Spiga di Grano.

Prima dello spettacolo, in programma, come di consueto, la degustazione gratuita a cura di Slow Food Valdinievole – Mercato della Terra di Montecatini Terme (con pecorino a latte crudo, marmellata di more e focaccia alle noci, accompagnato da vino rosso di Valdinievole senza solfiti, in collaborazione con le aziende Lenzini Fabio di Borgo a Buggiano, Il Podere di Nonna Olga di Monsummano Alto, Panificio Panpepato di Pecsia e Az. Agricola Belvedere di Lamporecchio.

Prevendita spettacolo in corso alla Biglietteria del Teatro Manzoni di Pistoia 0573 991609 – 27112; i biglietti si potranno acquistare anche alla biglietteria del Teatro Montand 0572 954474 nei giorni di venerdì 28 febbraio (ore 16.30/19.30) e di sabato 29 febbraio (ore 9.30/13 e 16.30/19.30 e dalle ore 20).

Articoli correlati (da tag)